Recensione “Le avventure del piccolo Ilian” di Giulia Bacchetta.

Buon pomeriggio lettori,

penso che questo sarà tra gli ultimi post che scriverò in questa piattaforma, a breve il blog cambierà anche perchè questo mi sta creando qualche problemino. Sto lavorando per voi.. ;)

Le avventure del piccolo Ilian

copertina

copertina

TRAMA

L’antico borgo di Ciccia Lunga sorge arroccato su di un colle alle falde del Gran Sasso abruzzese; qui vive un bambino, buffamente paffuto, e con la passione per le pentole. Non solo! Perché questo simpatico bimbo di nome Ilian, è un gran mangione e al quanto sognatore; un giovane avventuriero si potrebbe dire, nonostante abbia solo tre anni, e un ingombrante pannolino sulle sue grassocce chiappe.

Il piccolo Ilian, bambino vivace e sempre pronto all’avventura, vive in una grande casa immersa nel verde, insieme a sua mamma e al suo babbo. Poiché impegnati a lavorare tutto il giorno, il piccolo e maldestro Ilian, trascorre le sue giornate in compagnia della cara nonna Gilda, chiamata da lui : la vecchia regina!

Ma Ilian ha tante sfide da affrontare e tanti sogni da realizzare, e con ciò, la sua caparbietà e sagacia lo vedrà far fronte alle premure della nonna così come ai nemici del suoi grandi viaggi. Pentole scovate e vette d’acciaio da scavalcare; inchiostri da recuperare, e pareti di giallo da tinteggiare, non costituiranno le uniche sfide che vedranno guerriero il nostro piccolo Ilian. Ombre misteriose e giochi di compagnia, potrebbero arricchire di bontà il cuore del piccolo avventuriero. Personaggi del passato, incontrati fra le righe di pagine e chissà, qual è il loro nome? Magari Ilian, lo scoprirà. Sempre in compagnia del suo insostituibile “amico” ciuccio, Ilian ha molte sfide da affrontare. E come poter mancare le tanto attese morali a fine racconto? Nonna Gilda vi lascerà un piacevole augurio della buonanotte con cinque semplici consigli ciascuno dei quali vi ricorderà le cinque simpatiche avventure del piccolo Ilian.
 
RECENSIONE
Le avventure del piccolo Ilian è un racconto graziosissimo scritto dalla bravissima Giulia Bacchetta, che mi aveva già conquistata con “Emma Braccani: perchè io non posso” ,( per chi volesse sapere qualcosa in più su questo romanzo, l’ho recensito qualche tempo fa).
Ilian è un piccolo paffutello che saprà conquistarvi, che vi farà ridere  e riuscirà anche a insegnarvi qualcosa, un piccolo combina guai che ficca il naso un pò ovunque. Un racconto leggerissimo che porta molta spensieratezza, l’ho trovato adattissimo da leggere ai bambini, si divertiranno molto.  Consigliato anche per le mamme che vogliono far leggere qualcosa ai loro figli che hanno da poco iniziato a leggere, lo stile di scrittura è semplice e scorrevole.
Purtroppo non posso dire altro perchè rischierei di rivelare troppo e rovinarvi la lettura :)
Corro a leggere le avventure del piccolo Ilian ai miei cuginetti :)
Complimenti alla scrittrice ;)
Un Abbraccio :)
14803256_10209305925023594_139480776_o (1)

[BLOG TOUR] Federica Di Iesu “Come polvere tra pagine e stelle”. II Tappa.

Buongiorno lettori,

oggi vi presento la seconda tappa del BlogTour del libro “Come polvere tra le stelle”. Vi faccio conoscere i personaggi di questo bellissimo romanzo, che è riuscito a conquistarmi fin da subito.

(Per chi si fosse perso la prima tappa vi invito a visitare il blog: voglioesseresommersadailibri.blogspot.it.)

Vi ricordo che alla fine del BlogTour ci sarà su super mega giveaway di cui vi parlerò alla fine dell’articolo.

14803256_10209305925023594_139480776_o (1)

 

I PERSONAGGI

Zoe e Irene sono le protagoniste di “Come polvere tra pagine e stelle” , due belle donne, forti e determinate che riescono a completarsi a vicenda, tra di loro si crea fin da subito una piacevole complicità che da vita ad un’amicizia bellissima, loro due insieme riescono a rendere questa storia spumeggiante e divertente.

Zoe Lazzaretti è una donna di trentanove anni, un’ aspirante scrittrice. Lei è una donna ricca di qualità, una vera tuttofare,che si è impegnata in diversi lavori, ha un bel carattere, è onesta e molto premurosa. Nonostante sia stata ferita riesce ad essere allegra, è molto intelligente e determinata. A primo impatto sembrava una donna fin troppo precisina ma man mano che la storia prendeva forma si è rivelata un personaggio affabile.

Irene, è un’archeologa, chi ha già letto i precedenti libri di Federica di Iesu in questo libro potrà scoprire una parte di lei che prima non era mai saltata fuori. Irene è sempre la solita burlona che organizza giochetti e scherzetti, è sempre una curiosona ed è affascinata da tutto, una donna coraggiosa e intraprendente ma in questo romanzo ho scoperto che sotto la sua corazza si nasconde una donna che ama, che ha delle “fragilità” ma che riesce sempre ad essere forte e risoluta.

Luca Michetti, è un affascinante quarant’enne. Alto, addominali scolpiti e occhi azzurri, in poche parole l’uomo dei sogni di ogni donna. È un personaggio che va scoperto, sotto un bel fisico sexy si nasconde sempre qualcos’altro. Ho apprezzato moltissimo questo personaggio per la sua correttezza e la sua lealtà.

Samuele, un uomo affascinante, che si occupa di arte, l’abbiamo già conosciuto in “Un istante per sempre” ( libro scritto da Federica Di Iesu), ha una relazione con Irene ma.. lo scoprirete leggendo!!

Virginia De Santis, questo personaggio non appare fisicamente nella storia, ma ne occupa un ruolo davvero importante. Una bellissima donna nobile che nasconde un mistero che vi terrà incollati al libro fino alla fine.

Mercoledì, è una gattina bellissima, è nera e dolcissima. È sempre pronta a “consolare” le nostre protagoniste, quindi per me è diventata un personaggio a tutti gli effetti.

 

 

copertina

copertina

Dopo avervi incuriosito con i personaggi, vi lascio tre piccole frasi che mi hanno colpito e che vi faranno amare questo romanzo ;)

  • ..Alcune cose non si valutano, si vivono semplicemente, ma sapere cosa si vuole, rinunciando apparentemente a una fugace felicità, non è sbagliato..
  • .. Sperare di cambiare le cose, non significa essere poco reali, vuol dire che hai dei progetti, dei piani, delle ambizioni, ma ne conosci i limiti e le potenzialità. ..
  • ..”è pericoloso conoscere una scrittrice.” ..”Perchè?” Ride..”Perchè potrei trovarmi in un qualche libro senza nemmeno saperlo.”..

 GIVEAWAY

Per partecipare al giveaway, per poter vincere una copia ebook del libro
“Un istante per sempre”, dovete semplicemente commentare ogni tappa del tour.
 Verranno estratti anche 5 vincitori che si aggiudicheranno:
1° premio: Copia cartacea “Come polvere tra pagine e stelle” + segnalibro con ciondolo
2° premio: Copia cartacea “Un istante per sempre” + segnalibro con ciondolo
3° premio: Copia cartacea “Caffè e trucioli di sole” + segnalibro con ciondolo
4° premio: Copia cartacea “Carino, ma non è il mio tipo” + segnalibro con ciondolo
5° premio: Copia cartacea “Un treno in corsa” + segnalibro con ciondolo

 

 Potete acquistare “Come polvere tra pagine e stelle” online su moltissimi store tra cui : Mondadori, Ibs.it e Amazon.it

 

Grazie per aver letto questa seconda tappa del BlogTour di “Come polvere tra pagine e stelle”  e buona fortuna!!!

(Per chi non riuscisse ad iscriversi al blog mi contatti in direct su Instagram @la_biblioteca_di_stefania)

9788865087527

“Un disastro chiamato amore” di Chiara Giacobelli.

Buona sera,

oggi vi parlo di “Un disastro chiamato amore” di Chiara Giacobelli, una lettura appena conclusa. Mi è stato affidato direttamente dall’autrice che ringrazio infinitamente. Grazie per la fiducia e grazie di cuore per la fantastica lettura :) .

9788865087527

Titolo: Un disastro chiamato amore

Autore: Chiara Giacobelli

Editore: Leggereditore
Pagine: 330
Prezzo: 14,90
TRAMA
Francese con un lavoro a Parigi e un appartamentino a Montmartre, Vivienne Vuloir è una ragazza buffa e imbranata che colleziona una figuraccia dopo l’altra, fa i conti con una fallimentare carriera di scrittrice e soffre di un numero indefinito di fobie. A trent’anni ha dimenticato il sapore di un bacio, si è adattata a essere identificata come “quella che si occupa di gossip” ma soprattutto ha perso completamente fiducia nel genere umano, specialmente se maschile. Quando un giorno riceve un’inattesa telefonata da un certo Mr Lennyster, figlio di un’importante attrice italiana su cui ha da poco redatto un dossier, è certa di stare per subire una grossa lavata di capo. Invece, l’uomo vuole commissionarle la biografia della madre. Così, ben presto Vivienne si troverà a dover affrontare un’avventura a cui non è affatto preparata: un viaggio in Italia, un libro da scrivere, un uomo affascinante, dolce ma oscuro, e una villa piena di misteri da risolvere. Tra gaffe, tentativi maldestri di carpire i segreti della famiglia Lennyster, amori e altre catastrofi, Vivienne, inguaribile pessimista, capirà che la vita le sta per riservare una sorpresa inaspettata.
RECENSIONE
Quando leggo un libro, mi aspetto qualcosa che mi faccia sognare, che mi faccia staccare dalla mia vita reale e che mi trasporti in una dimensione nuova e sconosciuta; non tutto quello che leggo riesce a farmi provare queste sensazioni e quando finalmente ho tra le mani una storia che riesce a travolgermi non vorrei più lasciarla andare. Con “un disastro chiamato amore” ho provato tutto questo; sono stata catapultata sulla Riviera Ligure, un pezzo di paradiso tutto Made in Italy, attraverso le  descrizioni attente dell’autrice era come se fossi lì con la protagonista, questa è stata una delle cose che ho apprezzato molto, mi piace quando un autore si sofferma sui dettagli è grazie ad essi se io mi sono sentita così coinvolta. Vivienne, la goffa e ipocondriaca protagonista, è riuscita sin da subito a farmi divertire, mentre leggevo alcune piccole catastrofi che le capitavano non smettevo di ridere.. Risate a parte, Vivienne è quella donna che ne ha passate così tante da crearsi una corazza attorno, si è costruita un muro in modo che nessuno possa ferirla ancora,  non è l’unica e io posso capirla benissimo. Tutta la storia è articolata benissimo, il fascino di Elisabetta Grimaldi, della sua vita, del suo amore per George Lennyster, tutti i misteri che le girato intorno, che si intrecciano tra loro sono una parte interessantissima e che riesce a incuriosire il lettore totalmente fino alla fine. Tutte le famiglie hanno segreti, la famiglia Lennyster ne ha parecchi molto importanti che mi hanno lasciata senza parole molte volte. Mr Lennyster, Alex Lennyster, inizialmente può sembrare il tipico scapolo  sexy e ricchissimo da sposare immediatamente, invece si rivela un uomo segnato da un passato “pesante”, lui è molto sensibile e  parecchio affezionato alla madre, alla sorella Alice e ad Emily. Quest’ultima, Emily, è un personaggio enigmatico e molto misterioso, è una ragazza segnata da qualcosa di molto brutto,l’unica persona che sembra capirla è Alex, lei ha dei problemi evidenti, è un personaggio che va capito e non compatito, lei , a parer mio,ha un ruolo importante nella  storia. Un libro carico di misteri ma anche di amore, un incontro di due personalità così simili che si completano a vicenda, c’è passione ma allo stesso tempo tanta tenerezza. In questo romanzo credo ci sia tutto: emozioni, divertimento, misteri..lo definirei un romanzo completo, non è la solita storiella d’amore. A tratti esilarante a tratti così romantico da far sognare. A tratti poetico a tratti razionale. In poche parole mi è piaciuto tantissimo questo romanzo, ho adorato anche la dolcissima copertina.
Credo che Chiara Giacobelli abbia fatto un ottimo lavoro, credo che abbia messo la sua anima in questo libro, si percepisce che tutto quello che ha scritto l’ha scritto con il cuore.
Le auguro il meglio  :)

Recensione : Dottore..Caffè? di Rosanna Pannone.

Buon Pomeriggio :) ,

si è appena concluso il primo giveaway della pagina Instagram, fatto in collaborazione con Federica Di Iesu che ha gentilmente offerto l’e-book di “Un instante per sempre”, libro letto e recensito da me. Oggi voglio presentarvi “Dottore.. Caffè?” scritto da Rosanna Pannone.

13507253_1718289918439935_84423736876174638_n

Titolo: Dottore..Caffè?

Autore: Rosanna Pannone

Data Pubblicazione : 2016

Editore: Il quaderno edizioni

TRAMA

Nina, giovane avvocato di Manhattan, è una donna forte, emotiva, sempre sorridente.
Al suo fianco ha chi ha sempre creduto essere l’uomo della sua vita, Max, erede di uno degli studi legali più prestigiosi della città.
Insieme dal college, lui le ha fatto conoscere l’amore, o almeno quello che lei credeva fosse l’amore… fino a quando, un giorno nella sua vita entra John..

RECENSIONE

Dottore..Caffè? è un libro molto carino, a tratti divertente a tratti romantico ed emozionante. Il tema principale è l’amore, quello che ti travolge,che ti cambia e che ti fa sentire viva, una storia che fa sognare ma che allo stesso tempo fa riflettere. I personaggi in questo libro sono pochi ma “buoni”, avrei preferito che l’autrice introducesse più descrizioni fisiche. La parte che più mi è piaciuta è stata quella in cui Nina, la protagonista, si trova a Napoli. So perfettamente quanto sia meravigliosa Napoli e credo che l’autrice l’abbia descritta al meglio,  era come se fossi stata catapultata in questa città meravigliosa di nuovo ( sono stata lì in vacanza un anno fa), mi sono innamorata per la seconda volta  di Napoli, dei suoi rumori, dei suoi colori e del suo calore!

Un bel libro, che si può leggere in viaggio, io l’ho finito in meno di due ore, ero spinta soprattutto dalla curiosità di sapere come poteva andare a finire!

“Un istante per sempre” di Federica Di Iesu

Buon pomeriggio :)

Nuova recensione per voi! Oggi non credo di poter essere molto presente sul profilo Instagram ma ci tenevo a pubblicare la recensione di questo bel libro : Un istante per sempre di Federica Di Iesu. Fino ad oggi ho letto e recensito tre libri di Federica e non mi hanno delusa ;) ! Grazie  all’autrice per la fiducia <3

13009877_1113860581991664_443687953_oTitolo :Un instante per sempre
Autore: Federica Di Iesu
Pagine: 266  
Prezzo: 14,90 €

TRAMA

Irene, Carol, Anna e Alessia sono quattro cugine con uno speciale rapporto che le lega profondamente. Il loro punto di riferimento e di ritrovo è l’abitazione di nonna Edda, purtroppo deceduta, ma ancora molto presente grazie ai ricordi e un segreto che condividono. Ognuna di loro si troverà ad affrontare delle prove di cuore. Irene, estremamente diffidente nei confronti dell’amore, come reagirà di fronte alla sua forte attrazione con l’affascinate critico d’arte Samuele? Carol, talentuosa cuoca, vincerà la gara televisiva? Come reagirà quando scoprirà che il suo ex fidanzato ha un nuovo amore? Anna, intelligente studentessa, timida e dalle mille paure, riuscirà a sconfiggerle? Ci sarà qualcuno che le darà coraggio? Alessia, fidanzata con il bel Francesco, avrà una storia d’amore semplice o complicata? E soprattutto Edda, la nonna, avrà finito di sorprendere, o nasconde ancora un segreto?

RECENSIONE

Ricordate “Caffè e trucioli di sole”? Libro bellissimo che ho recensito un paio di post fa! Oggi vi parlo del sequel, ovviamente chi non ha letto il primo libro corra a comprarlo prima di continuare a leggere ;) .

Anna, Alessia,Carol e Irene sono tornate! Le quattro cugine pazzerelle che mi hanno rubato il cuore si ritrovano a casa di nonna Edda per un evento speciale. Ognuna di loro ha proseguito la sua vita in città e in modi differenti. Questa volta niente caccia al tesoro, infatti la nonna lascia solo una lettera alle nipoti, mi sarebbe piaciuto che si continuasse con la storia del “gioco” ma ho apprezzato che l’autrice  non si sia soffermata su questo in modo da non essere ripetitiva. Nuovi personaggi entrano nella vita delle nostre protagoniste, tutti ben descritti e con caratteri totalmente differenti, mi è piaciuta soprattutto Kali, una ragazza segnata da un passato terribile. Nuovi amori soprattutto per Anna e Irene. Irene finalmente si innamora  ma nonostante ciò  rimane la solita burlona, attaccatissima all’amicizia che ha con Giorgio. Anna in questo libro diventa decisamente più simpatica e riesce ad essere più sicura di se, tutto grazie a Manuel,un ragazzo a dir poco fantastico che però mi ha lasciato “in aria”, infatti  leggendo la parte finale del libro ho pensato “Hey Manuel aspetta!Parliamone!!!!” (solo chi ha già letto il libro mi può capire). Carol finalmente riesce a partecipare alla gara di cucina, ho apprezzato il suo personaggio solo negli ultimi capitoli, a volte è riuscita a starmi molto antipatica (non so spiegare il perchè, rischierei di spoilerare!). Infine c’è Alessia, (Mai Na Gioia per Alessia) in Caffè e Trucioli di Sole l’avevamo lasciata innamoratissima di Francesco, la loro storia continua ma succedono tante cose e rimangono separati quasi per tutto il libro.

Insomma le vite delle nostre protagoniste proseguono, ma nonostante questo sono sempre unite, amano tantissimo la loro nonna e conservano i valori che lei ha trasmesso loro.

Libro consigliatissimo! Scrittura semplice e scorrevole, si legge in poco tempo e riesce a emozionare. Federica Di Iesu non delude mai ;) !

A Presto!!! :)

 

“L’amore non è per tutti” di Francesca D’Isidoro.

Questa sera doppia recensione :D :P ,

sapete benissimo che amo leggere qualsiasi genere di libro ma la cosa che adoro è poter leggere storie scritte da autori/autrici emergenti.  Molti di voi sono davvero fantastici e meritano tanto. Vi auguro buona fortuna e vi lascio con la recensione di questo libro carinissimo: “L’amore non è per tutti” di Francesca D’Isidoro.

31-pyqYafgL

Titolo: L’amore non è per tutti

Autore: Francesca D’Isidoro

Pagine: 157

Anno pubblicazione: 2016

TRAMA

Vittoria è una ragazza di trent’anni con un’esistenza, tutto sommato, tranquilla: ha un lavoro che la soddisfa; una famiglia solida, anche se un tantino ingombrante e degli amici un po’ impiccioni ma adorabili.
Una mattina, però, il suo bel mondo improvvisamente crolla: Alessio, l’amore della sua vita, l’uomo con cui ha una relazione clandestina da sei anni, sta per sposare la sua fidanzata storica.
Presa dallo sconforto più totale, Vittoria decide così che l’unico modo per buttarsi quell’amore sbagliato alle spalle è rimettersi in gioco. Senza pensarci due volte, accetta un lavoro in un’altra città e ricomincia da zero. Sarà proprio lì che Vittoria incontrerà il dolce e bellissimo Gabriele, con il quale tornerà a vivere, a sorridere e ad amare.
Ma proprio quando la sua vita sembrava aver ripreso la giusta piega, il passato tornerà prepotente a bussare alla sua porta…

RECENSIONE

Un libro frizzante, divertente e leggero. Una storia d’amore complicata e piuttosto intensa ma che riesce ad emozionare e a far sognare. Molte donne si trovano nella stessa situazione della protagonista, Vittoria ,e forse non tutte riescono a trovare la felicità e a ricongiungersi con il vero amore . Nonostante io non condivida i tradimenti, anzi è la cosa che più odio, questo libro è riuscito a coinvolgermi e a farmi innamorare di tutti i personaggi e della trama.  Mi è dispiaciuto tanto per il povero Gabriele, il fidanzato perfetto che tutte vorremmo, però al cuore non si comanda e il vero amore è capace di superare ogni difficoltà. Finale meraviglioso, romanticissimo. Lettura consigliatissima per le romanticone come me ! ;)

Recensione La Valle dei Cadaveri di Antonio Invernici

Buona sera :)

con un pò di riardo riesco a pubblicare la recensione di “La valle dei cadaveri” di Antonio Invernici, libro avuto tramite la collaborazione con il sito internet www.trhillernord.it.

cadaveri

Autore: Antonio Invernici
Editore: Newton Compton
Pagine: 473
Genere: Thriller
Anno Pubblicazione: 2016

TRAMA

Lago di Como, primi giorni d’estate. Benedetta, diciassettenne appartenente a una famiglia influente e facoltosa, scompare nel nulla. Il suo motorino viene ritrovato sul fondo di una scarpata, in una zona isolata e impervia, tra le montagne. Il commissario Gropello e la sua squadra, a cui è stato assegnato il caso, devono perciò scartare l’ipotesi di una fuga volontaria e cercare un’altra pista, ma gli indizi sono davvero pochi. A mettersi sulle tracce del vero responsabile del rapimento, anche se all’inizio solo per gioco, sono invece Federico e Massimo, due ragazzi che stanno trascorrendo le vacanze a Nisio, un paesino abbarbicato sulle pendici della tetra Valle dei Cani, vicino al bosco dov’è stato abbandonato lo scooter. La polizia riuscirà a risolvere il caso prima di loro e a ritrovare Benedetta sana e salva?
Quella che sembrava una tranquilla realtà di provincia si trasforma in un paesaggio inquietante, intriso di violenza. Lo sciabordio sinistro delle onde del lago e il cupo silenzio dei boschi diventano il palcoscenico di uno spettacolo perverso, in cui tutti gli attori, sia gli adulti che gli adolescenti, risulteranno colpevoli.

RECENSIONE

Un libro ricco di colpi di scena sin dal primo capitolo, un intreccio di diverse storie tutte ben articolate e curate nei minimi particolari.
Tutto gira intorno a un piccolo paesino, Nisio, un piccolo borgo in montagna descritto benissimo, a tratti sembra quasi di percepire il rumore degli alberi, il profumo della campagna. La bellezza del paesaggio è però contrastata dalla realtà cruda di ciò che si svolge nei sotterranei di fattorie e mulini abbandonati.
Riusciamo ad immergerci nella natura e nei segreti di Nisio grazie a Massimo, Federico e Metz, tre ragazzini che passano le vacanze nel paesino.
Tutto parte dalla scomparsa di Benedetta, una ragazza bellissima e soprattutto ricchissima.
Federico e Massimo, sono convinti di poterla aiutare e iniziano ad “indagare”.
In tutto questo viene coinvolta una squadra di poliziotti, un team che cerca di rimanere in piedi dopo un tragico evento.
Questa parte del libro è quella che ho preferito in quanto evidenzia le difficoltà che affrontano ogni giorno le forze dell’ordine.
La polizia indaga sulla scomparsa di Benedetta ma si trova a fare i conti con un giro di soldi e potere che mi ha fatto davvero paura, qualcosa di schifoso.
L’autore grazie alla sua precisione, alla sua bravura nel descrivere lo stato emotivo dei personaggi e alle descrizioni crude degli avvenimenti riesce a far venire i brividi.
Leggendo questo libro a tratti si riesce ad avere la pelle d’oca.
Finale assolutamente inaspettato, geniale!

Il Volo dei gabbiani di Ginevra Tomas

Buon pomeriggio lettori, sono tornata con una nuova recensione.  Il volo dei gabbiani scritto da Ginevra Tomas è un romanzo che vale la pena di leggere, vi invito ad acquistarlo, non ve ne pentirete!!!

Mi sono impegnata tantissimo per non fare spoiler, vi lascio la trama e subito dopo la recensione.

Buona lettura.

Il Volo dei Gabbiani

Ginevra Tomas

il volo dei gabbiani

TRAMA

Lucia ha solo tredici anni quando tutto ha inizio, eppure è già perdutamente innamorata di Luca, vent’anni, bellissimo e inavvicinabile. Il suo è un sentimento profondo, viscerale, che nasce da un’affinità elettiva che lei ha riconosciuto nonostante la sua giovane età.
Cresciuto con due genitori amorevoli, un fratello e due sorelle, tutti più piccoli di lui, Luca è il tipico bravo ragazzo, serio, di poche parole, educato e maturo, disposto a impegnarsi fino in fondo per raggiungere i suoi obiettivi.
Lucia è poco più di una bambina, ingenua, solare, estroversa e curiosa, sebbene la sua storia sia stata segnata da un passato drammatico che ha lasciato nella sua vita una scia di sofferenza.
Nonostante le differenze un tratto li accomuna: l’amore per la famiglia per la quale entrambi sono disposti a tutto. E per Lucia la famiglia sono due uomini speciali, suo padre Riccardo e nonno Piero, sempre pronti a sostenerla con il loro affetto incondizionato.
E’ proprio nel dramma che il suo destino incrocia quello di Luca in un incontro che cambierà il corso delle loro esistenze.
Sullo sfondo di una Milano di periferia, quella del naviglio Martesana e della sua suggestiva unicità, Luca e Lucia scopriranno, attraverso l’esplorazione dei loro sentimenti e della sensualità, la forza di un legame a cui sembrano predestinati.
Una storia d’amore, d’amicizia e di affetti famigliari autentici in cui tre generazioni si confrontano attraverso vicende che, intrecciandosi, mettono a nudo un’ampia gamma di esperienze e di emozioni, dalla sofferenza più cupa alla passione più ardente, in un unico filo conduttore.

RECENSIONE

Ieri ho concluso questo bellissimo romanzo, capitolo dopo capitolo sono stata come rapita dalla storia e dai personaggi. Il libro si apre con un evento tragico che segna la nostra protagonista Lucia, una ragazzina di 13 anni, una piccola donna segnata da un dolore atroce,il dolore più forte che possa capitare nella vita, la perdita di una madre. Nei primi capitoli troviamo Lucia al funerale della madre,  a cui partecipa anche Luca e la sua famiglia. Luca è il grande amore di Lucia da sempre e incontrarlo le suscita emozioni forti, lui le si avvicina per la prima volta, inserire un incontro tra i due in una situazione forte e triste, nel funerale della madre,poteva essere forzato e fuori luogo ma invece è stato dolcissimo e adatto, l’autrice ha scelto il momento migliore per farmi apprezzare la dolcezza di Luca.  Lucia, la vediamo già una donna adulta dopo qualche capitolo, diventa bellissima, molto educata e rispettosa, riesce a mantenere il suo carattere forte di sempre. L’amore con Luca è stato travolgente, un’ emozione che ha raggiunto il mio cuore, mi sentivo io alle prese con il mio primo amore. I baci e le parti “erotiche” sono pura poesia, non sono mai volgari o troppo spinte, sono semplicemente vere, riescono a coinvolgerti totalmente, sembra di essere in una bellissima favola d’amore. Ho amato tantissimo nonno Piero, il nonno paterno di Lucia, un uomo forte, una roccia, un punto di riferimento importante, lui che da solo si è preso cura del figlio e poi della nipote Lucia, è sempre comprensivo e molto buono. L’amore per Rosa, la “tata” di Lucia, è stato qualcosa di spontaneo e puro, un amore che fa capire che a qualsiasi età è possibile provare un sentimento forte e vero. Ho apprezzato molto anche la figura di Riccardo, il papà di Lucia , un uomo segnato da terribili drammi ma che non si è mai arreso, ha continuato a lavorare e a dedicarsi alla figlia. Il valore principale, oltre a quello dell’amore, è la famiglia. L’ amore per la famiglia è il fulcro del libro.  Sono rimasta colpita dal modo di scrivere dell’autrice, così perfetto, lineare e pulito, ho divorato questo romanzo, ne volevo leggere sempre di più, non riuscivo a smettere, dovevo sapere, dovevo scoprire, un pò perchè Lucia e Luca mi hanno emozionato fin da subito e li ho trovati davvero genuini e veri, un pò perchè mi sono affezionata a tutti i personaggi.

Vi consiglio di acquistarlo, anzi voglio che lo acquistiate,poi mi ringrazierete ;)

Voglio assolutamente il sequel!!!!

Spero di essere stata all’altezza di recensire questo romanzo, ringrazio di cuore Ginevra Tomas per la fiducia che ha riposto in me,  anche per avermi omaggiato questo capolavoro.  Le auguro molto successo e tanta fortuna.

Un bacio, Stefania!

Caffè e trucioli di sole di Federica Di Iesu

Buon pomeriggio, oggi recensisco il libro ricevuto dalla gentilissima Federica Di Iesu.Ho già letto “Carino ma non è il mio tipo” scritto dalla stessa autrice.

Caffè e trucioli di sole

di Federica Di Iesu

51xEpxCBYVL._SX355_BO1,204,203,200_TRAMA

Anna, Carol, Alessia e Irene sono quattro cugine molto legate che si troveranno a dover affrontare una serie di istruzioni lasciate da nonna Edda, da poco deceduta. Questa sorta di caccia al tesoro le condurrà verso intrecci ed equivoci che avranno un risvolto inaspettato: verrà svelato il segreto di Edda.

RECENSIONE

“Caffè e trucioli di sole” è stata una tra le letture che ho più amato quest’estate. Recensire questo libro per me non è affatto facile, il rapporto che ho con le mie nonne è unico e insostituibile,leggendo  mi sono mancati tantissimo i miei due nonni che purtroppo non ci sono più. La storia è molto originale, quattro cugine si ritrovano a casa della nonna Edda, scomparsa da poco ; sono una totalmente diversa dall’altra, l’unica cosa che le accomuna è l’amore per la nonna, un amore puro e sincero. Tornano nella casa di Nonna Edda, dove passavano le loro giornate fin da bambine a giocare insieme; grazie alla collaborazione di Rachele, una vecchia amica di Edda, le ragazze si trovano in una vera e propria caccia al tesoro, organizzata dalla nonna quando ancora era in vita. Un gioco divertente e intrigante che porta le quattro cugine a sentirsi vicini all’ormai defunta nonna. L’autrice ha avuto un’idea, a parer mio, geniale ed ha saputo organizzarla bene in modo da non essere troppo surreale o banale. Un libro che parla di unione, di famiglia e di amore autentico, leggerlo mi ha fatto pensare ai miei nonni,a quanto io tenga a loro, mi ha ricordato i vecchi tempi in cui io e le mie cugine stavamo sempre insieme, a volte un velo di malinconia si intrufolava nei miei pensieri, quanto avrei voluto che il rapporto con le mie cugine diventasse come quello delle protagoniste. Sicuramente una lettura piacevole a tratti spassosa, un libro che ti libera la mente che ti coinvolge totalmente.Ammiro l’introduzione di personaggi sempre nuovi e ricchi di qualità e sorprese, in quanto credo che dover sviluppare molte personalità tutte diverse tra loro in un solo libro sia molto difficile, invece l’autrice ci riesce benissimo senza mai trascurare  niente e nessuno. Libro consigliatissimo!

 Se la dolcissima autrice me lo permette vorrei dedicare questo libro,ai miei due nonni Giuseppe e Giovanni che sono volati in cielo  e che amo con tutta me stessa.

A presto con una nuova recensione, Stefania.

Emma Braccani: perchè io non posso

Buonasera :)

Finalmente posso pubblicare la recensione di questo libro che mi è stato dato direttamente da Giulia Bacchetta, l’autrice. Avevo già parlato di questa scrittrice e di questo libro in un post  qualche mese fa adesso dopo averlo letto posso finalmente recensirlo.

Emma Braccani: perchè io non posso.

emma

RECENSIONE

Emma Braccani: perchè io non posso lo definisco un  bel libro nonostante tratti un tema orribile, una questione complessa e purtroppo fin troppo diffusa: la violenza. La protagonista Emma Braccani è un adolescente costretta a vivere una situazione terribile, un vero e proprio dramma familiare. Emma convive con la tirannia del padre, insieme alla mamma Rosa, una donna dolcissima ma debole che subisce, senza avere la forza per difendersi, e insieme a Marta, la sorella maggiore, estroversa e ribelle. La violenza di un padre tiranno, l’abbandono da parte di chi si è ritenuto amico e invece non lo era, la mancanza di amore sono tutti elementi che rendono Emma una ragazza forte e matura che cerca in tutti i modi di denunciare il padre.  Roberto ( il padre) è senza dubbio il personaggio che più ho odiato, il comportamento disgustoso che riserva alle sue figlie e alla moglie mi ha fatto rabbia, mi ha fatto pensare a tutte quelle donne che subiscono ogni giorno questo tipo di violenze e che non hanno il coraggio di denunciare. La minuziosità delle descrizioni e dei dialoghi hanno suscitato in me sensazioni ed emozioni vere, questo libro in un certo senso mi ha aperto la mente, mi ha fatto capire che la cosa più giusta è denunciare, non bisogna mai lasciar correre.